Valutazione e mitigazione dei rischi urbani e territoriali

Anno accademico: 
2017/2018
Settore: 
Ingegneria e Architettura
Ciclo: 
XXXIII
Posti: 
7
Posti riservati: 
0
Scadenza bando: 
Venerdì, 11 Agosto 2017

CARATTERISTICHE

Coordinatore: 
Prof. Massimo Cuomo
Internazionale: 
no

ACCESSO E ISCRIZIONE

Titoli di accesso: 
Laurea magistrale (DM 270/2004) - Laurea specialistica (DM 509/99) - Laurea Vecchio Ordinamento - Titolo accademico conseguito all'estero riconosciuto idoneo
Modalità di selezione: 
Valutazione dei titoli - Prova scritta - Colloquio
Data e luogo prova scritta: 
20/09/2017, ore 8:30 - Cittadella universitaria, Edificio 14, Aula D02 (Viale Andrea Doria 6, Catania)
Data e luogo colloquio: 
22/09/2017, ore 8:30 - Cittadella universitaria, Edificio 3, Aula P4 (Viale Andrea Doria 6, Catania)

Obiettivi formativi

Gli obiettivi del dottorato sono di formare una figura di alta qualificazione in grado di utilizzare in modo autonomo e creativo tecnologie avanzate nella soluzione dei problemi posti alle comunità dai rischi urbani e territoriali maggiormente presenti nella Sicilia orientale: rischio sismico, rischio stradale, rischio idraulico, difesa dell'ambiente con particolare riferimento alla gestione dei rifiuti, riqualificazione energetica.

Dovrà inoltre essere sviluppata capacità per comunicare efficacemente i risultati della ricerca a un pubblico internazionale, e per formulare e gestire progetti di ricerca in contesti nazionali e internazionali.

I temi formativi del dottorato saranno articolarti in curricula e riguarderanno la progettazione e l'analisi di strutture sismo-resistenti, la riqualificazione del patrimonio edilizio e monumentale esistente, la riqualificazione del tessuto urbano, la valorizzazione e la protezione dei beni architettonici e storici, la pianificazione, progettazione, costruzione e gestione delle infrastrutture viarie, idrauliche e sanitario-ambientali e le interazioni territoriali dei diversi sistemi infrastrutturali, la difesa del territorio da un punto di vista geotecnico e idraulico.

Nello spirito della strategia trasversale proposta da Horizon 2020, i temi della difesa dai rischi ambientali saranno complementari con le esigenze di pervenire ad una progettazione degli interventi efficiente da un punto di vista energetico e della fruibilità sociale.