Internazionalizzazione delle relazioni commerciali

Anno accademico: 
2018/2019
Tipo di corso: 
laurea magistrale
Struttura didattica di riferimento: 
Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali
Accesso: 
non programmato
Classe: 
LM-52 Relazioni internazionali
Lingua in cui si tiene il corso: 
italiano e inglese

IL CORSO DI STUDIO IN BREVE

Il Corso di Laurea Magistrale in Internazionalizzazione delle Relazioni Commerciali offre una preparazione mirata a permettere l'analisi, l'interpretazione e la valutazione dei fenomeni di internazionalizzazione delle relazioni commerciali, con particolare riferimento alle questioni relative alla localizzazione delle attività economiche, alla fruizione delle libertà economiche fondamentali del Mercato Interno, e all'accesso e alla gestione dei finanziamenti dell'Unione Europea. Il percorso formativo del Corso si articola principalmente in due campi di conoscenze teorico-pratiche, quello relativo ai profili giuridici e quello relativo agli aspetti economici. Il Corso è impartito in lingua italiana e inglese. La didattica si avvale, oltre che delle tradizionali lezioni frontali, anche di metodi didattici che mirano a sviluppare e potenziare capacità di comunicazione, relazionali e problem-solving quali la presentazione e/o discussione di case studies in aula, redazione di essays e di piani di internazionalizzazione di imprese, nonché l'uso di materiale audio-video. Il Corso prevede stages e periodi di studio all'estero.

OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso di Laurea Magistrale offre una preparazione multidisciplinare avanzata nel campo dei rapporti economici internazionali che coinvolgono Stati, organizzazioni internazionali o imprese private. A tale scopo verranno analizzati, interpretati e valutati i fenomeni di internazionalizzazione delle relazioni commerciali, con particolare, ma non esclusivo, riferimento ai profili economici e giuridici.

Relativamente ai profili economici del fenomeno dell'internazionalizzazione, il Corso intende qualificare i laureati con competenze generali riguardanti le problematiche di base delle strategie d'impresa intese in senso lato, nonché con competenze specifiche nel campo delle varie forme di strategie di internazionalizzazione delle imprese, da un lato, e del ruolo della dimensione locale e regionale nella geografia della attività produttiva d'impresa, dall'altro.

Relativamente ai profili giuridici del fenomeno dell'internazionalizzazione, il Corso si prefigge di fornire ai laureati competenze generali sulla reale portata ed effettiva operatività di principi e regole di funzionamento del commercio mondiale, con particolare riferimento al sistema della Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) e al Mercato Unico europeo, nonché competenze specifiche riguardanti l'esercizio delle libertà economiche fondamentali nel quadro del Mercato Unico europeo e la valutazione e selezione degli strumenti giuridici di tutela di investimenti e di operazioni commerciali in mercati esteri.

Alla luce di quanto detto, il percorso formativo si articola in tre aree finalizzate all'acquisizione delle conoscenze e delle tecniche relative agli aspetti economici e giuridici del fenomeno dell'internazionalizzazione, nonché alle conoscenze generali di natura linguistica, storica e politologica connesse al fenomeno in questione. In particolare, le conoscenze e le tecniche relative agli aspetti economici del fenomeno dell'internazionalizzazione riguardano:

  • strategie aziendali in senso lato;
  • strategie aziendali che riguardano la localizzazione e la espansione commerciale delle imprese, con particolare riferimento alla internazionalizzazione d'impresa;
  • politiche di sviluppo locale, fondate su iniziative economiche pubbliche e private, che possono favorire i processi di internazionalizzazione di un territorio, migliorando la competitività di diversi settori economici.

Le conoscenze e tecniche relative agli aspetti giuridici del fenomeno dell'internazionalizzazione riguardano:

  • interpretazione ed applicazione delle norme giuridiche rilevanti nei rapporti economico-commerciali internazionali;
  • valutazione, selezione ed elaborazione degli strumenti giuridici più appropriati per avviare e sviluppare il processo di internazionalizzazione dell'impresa;
  • valutazione, selezione ed elaborazione della strategie e delle azioni, necessarie o opportune sul piano giuridico, per promuovere e sostenere il processo di internazionalizzazione delle imprese da parte di organismi pubblici, statali o locali.

Infine, le conoscenze generali di natura linguistica, storica e politologica riguardano la conoscenza della lingua inglese relativa alle questioni economiche e finanziare del mercato globale, la conoscenza dei principali avvenimenti della storia contemporanea nel contesto dello sviluppo economico mondiale, nonché la conoscenza del sistema politico contemporaneo, degli attori e dei processi volti alla produzione delle relazioni commerciali globali.

La Laurea Magistrale in Internazionalizzazione delle Relazioni Commerciali intende formare profili professionali che riguardano la progettazione, la attività di ricerca e la valutazione di attività relative a:

  • sviluppo di strategie di localizzazione e di espansione commerciale delle imprese, con particolare riferimento alla internazionalizzazione;
  • progettazione di strategie di sviluppo economico locale connesso ad iniziative pubbliche e private aventi dimensione internazionale.

SBOCCHI PROFESSIONALI

  • Specialisti della gestione nella Pubblica Amministrazione - (2.5.1.1.1)
  • Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private - (2.5.1.2.0)
  • Specialisti nell'acquisizione di beni e servizi - (2.5.1.5.1)
  • Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi (escluso il settore ICT) - (2.5.1.5.2)
  • Specialisti dei sistemi economici - (2.5.3.1.1)
  • Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze politiche e sociali - (2.6.2.7.2)