Laboratori d’Ateneo, iscrizioni aperte a “Mafia e antimafia: storia, legislazione e attualità”

Dopo l'avvio, lo scorso novembre, del laboratorio "I paesaggi delle mafie", si sono aperte le iscrizioni a "Mafia e antimafia: storia, legislazione e attualità", anch'esso inserito nell'edizione 2017/18 dei Laboratori d'Ateneo "Territorio, migrazioni, ambiente e mafie", dedicati alla memoria del magistrato catanese Giambattista Scidà.

Organizzati con alcune associazioni della società civile impegnate nel territorio sulle tematiche che riguardano, a diversi livelli, la legalità e il contrasto alla mafia, i laboratori sono aperti alla partecipazione di studenti iscritti a tutti i corsi di studio istituiti all’Università di Catania e danno diritto a 3 cfu (altre attività formative); le iscrizioni sono aperte inoltre a insegnanti di scuola di ogni ordine e grado, cittadini impegnati nel mondo del volontariato e comunque interessati.

In particolare, questo laboratorio affronterà il tema delle mafie in una duplice prospettiva: da una parte quella storico-sociale, soffermandosi sulle condizioni che hanno favorito la nascita e l’espandersi del fenomeno mafioso; dall'altra quella economico-giuridica, soffermandosi sulla mafia come fenomeno criminale, tracciando l’evoluzione della criminalità organizzata e delle tappe principali che ne hanno fatto la realtà criminale più potente e spietata.

Tra gli argomenti trattati ci saranno le tappe fondamentali dell’evoluzione della mafia siciliana e l'evoluzione dell'antimafia (dalle questioni legate al latifondo con il passaggio dalla fase agricola a quella legata all'edilizia, fino agli sviluppi a noi più vicini); il contesto nel quale sono nate le inchieste che hanno portato al primo maxi processo; gli elementi basilari della normativa antimafia (dalla legge Rognoni-La Torre alla legge sulla collaborazione di giustizia, al regime detentivo per i membri delle organizzazioni criminali); il rapporto tra economia criminale ed economia legale, le ricadute sociali di tale intreccio con particolare riferimento allo sfruttamento delle donne immigrate.

Per partecipare al laboratorio, della durata complessiva di 18 ore (9 incontri), basta inviare un'email alla coordinatrice, prof.ssa Simona Laudani (Storia moderna, Dipartimento di Scienze umanistiche).

[ISCRIZIONI CHIUSE]

Il programma degli incontri è disponibile sul sito del Disum (calendario - pdf).

Ultima modifica: 
14/02/2018 - 12:33