Scuola di specializzazione in Beni archeologici, online il bando per l'a.a. 2017/18

Pubblicato il bando di concorso per l'ammissione al 1° anno della Scuola di specializzazione in Beni archeologici per l'a.a. 2017/18. I posti disponibili sono 15, per candidarsi c'è tempo fino al 20 ottobre 2017. Per partecipare al concorso lo studente deve presentare domanda unicamente online collegandosi al "Portale studenti".

Sono ammessi al concorso i candidati in possesso del diploma di laurea del vecchio ordinamento o del diploma di laurea specialistica o magistrale in Archeologia che abbiano conseguito un minimo di 90 CFU nei settori scientifico-disciplinari dell'ambito caratterizzante. 

Il corso di studi è articolato su due anni accademici e prevede l'acquisizione di 120 Cfu con un adeguato numero di crediti riservato a tirocini e stage formativi. La scuola di specializzazione in Beni archeologici (direttore prof. Dario Palermo) si propone di formare specialisti con uno specifico profilo professionale nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio archeologico. Il percorso formativo è organizzato in ambiti che si riferiscono a diverse tipologie di studi e in tre curricula professionalizzanti relativi ai settori scientifico-disciplinari di carattere archeologico, ovvero "Archeologia classica" (9 posti), "Archeologia preistorica e protostorica" (3 posti) e "Archeologia tardo-antica e medievale" (3 posti).

Ultima modifica: 
11/09/2017 - 09:32