Trasporti e mobilità

Informazioni sulle agevolazioni per il trasporto pubblico urbano (erogate dall'Università di Catania), per il trasporto extraurbano (erogate dall'Ersu) e sulle iniziative di mobilità sostenibile d'Ateneo.


Trasporto urbano

L’Università di Catania istituisce annualmente un fondo da destinare all’erogazione di un contributo economico quale rimborso totale o parziale delle spese di trasporto urbano affrontate dagli studenti. Il rimborso massimo richiedibile è di un abbonamento annuale o di 10 abbonamenti mensili ed è esteso anche all’utilizzo della Metropolitana.

Alla fine di ciascun anno accademico (nel mese di settembre), gli studenti regolarmente iscritti possono richiedere il contributo inoltrando domanda all'Ufficio diritto allo studio.

NB: Per gli studenti in sede è richiesto un Indicatore della Condizione Economica (ICE) non superiore a 23 mila euro.

Le istanze vengono esaminate da una commissione che dispone una graduatoria in ordine crescente, in base all’indicatore della condizione economica dichiarata, fino ad esaurimento del fondo.

  • Per l'a.a 2016/17 le domande, redatte su apposito modulo, devono essere presentate all’Ufficio diritto allo studio entro le ore 12:30 del 2 ottobre 2017.

Trasporto extraurbano

L’Ersu di Catania rimborsa i costi sostenuti dagli studenti per l’acquisto di abbonamenti extraurbani necessari per raggiungere la sede degli studi dal luogo di residenza con mezzi di trasporto pubblico > Vai al sito dell'Ersu


Mobilità

L'Università di Catania è impegnata nella promozione di misure per la riduzione degli impatti della mobilità di studenti e personale dell'Ateneo derivanti da un uso eccessivo e inefficiente dell'auto privata. All'indirizzo www.unictcarpooling.it è attiva la piattaforma web di Ateneo che permette di gestire e organizzare gli equipaggi delle auto, in riferimento alle tratte e ai percorsi che collegano le abitazioni alle sedi universitarie. In questo modo si avranno notevoli vantaggi per la società, per l'ambiente e per ciascuno studente che compone l'equipaggio:

  • meno veicoli in circolazione;
  • minor inquinamento;
  • minori costi di trasporto grazie alla divisione del costo del carburante e di eventuali pedaggi;
  • minor usura dell'auto privata;
  • minor stress psicofisico e diminuzione del rischio di incidenti;
  • maggior possibilità di parcheggio;
  • socializzazione; 

Per fotografare lo stato della mobilità degli studenti e la loro attitudine al cambiamento delle scelte di mobilità, l'Ateneo sta effettuando un'indagine che consenta di valutare quali condizioni possono favorire gli spostamenti effettuati mediante una condivisione organizzata dell'automobile privata tra più studenti > Compila il questionario

Ultima modifica: 
27/03/2017 - 09:50